ACCESSIBILITA'      FAQ     MAPPA DEL SITO      PRIVACY

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • Palazzo Chiablese
  • Sacra di San Michele
  • Area Archeologica di Industria
  • Castellamonte
  • Avigliana
  • Torino - Chiesa Paleocristiana di San Secondo
  • Cascata di Fondo in Valchiusella
  • Torino
  • Ivrea
  • Pecetto Torinese

  + 39 011.5220411        +39 011.4361484        Piazza S. Giovanni 2, 10122 Torino       sabap-to@beniculturali.it        mbac-sabap-to@mailcert.beniculturali.it

Con D.M. 44 del 23 gennaio 2016, a completamento della riorganizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, è stata istituita la Soprintendenza Archeologia  belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Torino

Soprintendente: Dirigente architetto - Luisa Papotti

 

In ricordo di Fedora Filippi (1953-2022)


I tanti colleghi delle Soprintendenze piemontesi che hanno conosciuto e lavorato fianco a fianco con Fedora Filippi negli oltre vent’anni del suo servizio come Funzionario dell’allora Soprintendenza Archeologica del Piemonte, con molteplici incarichi di tutela nel territorio cuneese, alessandrino e nella città di Torino, oltre che di direzione del laboratorio di restauro del Museo di Antichità, ne ricordano con affetto e rimpianto lo spirito di servizio, il costante e costruttivo dialogo con le Amministrazioni locali, l’instancabile e innovativa azione nell’avvio di attività di archeologia preventiva e di impostazione delle prime norme di tutela archeologica negli strumenti urbanistici, che hanno fatto della nostra regione un esempio sin dai primi anni Ottanta del secolo scorso. Ricordano il suo continuo richiamo alla necessità di una doverosa e rapida pubblicazione dei dati restituiti dagli interventi di scavo, confluiti in molteplici contributi  editi nei Quaderni della Soprintendenza Archeologica del Piemonte e in volumi di studi, tra i quali basti citare “Alba Pompeia. Archeologia della città dalla fondazione alla tarda antichità” nel 1997 e “Sepulcra Pollentiae” nel 2006, quest’ultimo completato dopo il  trasferimento alla Soprintendenza Archeologica di Roma.

 

La notizia della sua scomparsa, avvenuta il 5 gennaio a Berlino, città dove risiedeva da alcuni anni dopo il pensionamento, è giunta inaspettata e ci ha molto rattristato.

 

Alla sorella Federica e al marito Henner von Hesberg vanno le nostre più sentite condoglianze.

 

 

 

AVVISO


In ottemperanza alla Circolare n. 53 in data 13.10.2021 del Segretariato Generale e alla Circolare n. 45 in data 18 ottobre 2021 della Direzione Generale Archeologia, Belle arti e Paesaggio, nonché con riferimento al decreto del Ministro della Pubblica Amministrazione 8 ottobre 2021, la Soprintendenza ha organizzato il graduale rientro in sede del proprio personale, assicurandolo svolgimento in presenza di oltre il 70 per cento dell’attività istituzionale, tale da garantire il servizio al pubblico in tutti i giorni di apertura.

 

Informazioni e appuntamenti possono essere richiesti ai seguenti contatti:  tel: +39 011.19524411    +39 011.5220411,  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Si invita l'utenza a presentare le istanze e la relativa documentazione esclusivamente in formato digitale tramite PEC o PEO ai seguenti indirizzi:

  • PEO: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rimangono invece invariate le modalità di presentazione presso l'Ufficio Esportazione
Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Gli archivi sono chiusi al pubblico fino alla conclusione del periodo emergenziale; si provvederà, appena possibile, a dare comunicazione della loro riapertura. Sono accessibili esclusivamente l’archivio archeologia e l'archivio corrente solo per quanto concerne l'accesso agli atti ai sensi della L.241/1990, previo espletamento dell'iter procedurale e appuntamento.

© 2021 SABAP-TO - applicazione web e design Gianluca Di Bella - System Integrator Calzia